Busto di Sisto V

Bronzo, XVI secolo
Treia, Cattedrale

Busto Sisto VSulla parete sinistra della cappella della Madonna della Misericordia nella Cattedrale di Treia, c’è un prezioso busto in argento e bronzo di papa Sisto V che fa parte delle opere di scultura donate alla chiesa dal treiese Cardinale Grimaldi. Le altre sono un busto marmoreo di papa Pio VII di Pietro Tenerani posto sulla parete sinistra della stessa cappella, e le statue di San Pietro e Paolo montate sul monumento Grimaldi nel lato opposto della chiesa.
Il busto, che proviene dalla villa di Termini del marchigiano Felice Peretti definito “er papa tosto” dal poeta Gioacchino Belli in un famoso sonetto, fu venduto nel 1784 insieme ad altri arredi della villa del Pontefice. Requisito da Napoleone, fu successivamente acquistato da Niccolò Grimaldi, gran collezionista d’arte, quando non era stato ancora nominato cardinale. A ricordo della donazione e delle sue motivazioni, una lapide fatta apporre dallo stesso Grimaldi e che ricorda la benevolenza del Papa verso quella che ai suoi tempi si chiamava Montecchio. Eccone la traduzione:

“A Sisto V Pontefice Massimo
per i grandissimi meriti verso la città e i cittadini
Niccolò Grimaldi di Treia
Governatore di Roma e Camerlengo della santa Chiesa di Roma
Dedicò nell’anno 1833”.
La scultura costituisce il prototipo del fortunato filone iconografico della ritrattistica sistina ed è attribuito da numerosi documenti a Bastiano Torrigiani (1515-1577), anche se in un documento del Capitolo treiese si fa riferimento ad un altro allievo del Giambologna, Taddeo Ladini (1550-1596).
e donato alla Cattedrale nel 1833.
Una copia si trova a Londra, al Victoria and Albert Museum.

Tags: ,