Crocifisso

Secolo XVI, autore ignoto
Treia, Santuario del SS Crocifisso

CrocifissoIl Santuario del SS Crocifisso, imponente costruzione che domina la zona archeologica di Treia in località Mura Saracene, deve il suo nome ad un prezioso crocifisso ligneo che domina la navata centrale della chiesa ricostruita nei primi anni del Novecento dopo un incendio.
È una scultura in legno policromo di proporzioni perfette: alta circa 180 centimetri, ne misura 170 all’apertura delle braccia. L’autore è ignoto: alcuni studiosi vi hanno visto la mano di Donatello. Presenta la particolarità di un Cristo eretto e non abbandonato sul cui volto, a seconda del punto di vista, si colgono tre espressioni del martirio. Da sinistra l’immagine esprime la sofferenza dell’agonia, difronte il Cristo che si dona, da destra la serenità della morte.
Il Crocifisso costituisce un’importante testimonianza del ciclo di manufatti lignei treiesi databili fino al XVIII secolo insieme alle statue di San Sebastiano nella navata sinistra dello stesso Santuario, della Madonna di Loreto nella chiesa di Santa Chiara, e di San Rocco e Sant’Antonio Abate nella chiesa di San Filippo.

 

Tags: ,