Religiosi … double face

Ilario Altobelli“Eccetto quei pochi che non potevano esserlo, erano tutti dotti e studiosi i preti di Treia”.

Come sempre Dolores Prato coglie nel segno tracciando l’affresco di una terra in cui “visioni” sacre e profane si sono succedute sotto un unico comun denominatore: l’acutezza e l’indipendenza del pensiero in ogni campo.

Il passaggio dalla contemplazione mistica a quella scientifica è osmotico qui dove già “lo  spirito francescano aveva attecchito puro e cresceva senza innesti”. Tra i primi seguaci di San Francesco c’è il Beato Pietro da Treia (1235-1304), mistico vicino all’esperienza degli Spirituali. Erano detti popolarmente Fraticelli, denominazione che è diventata anche un toponimo perchè “quel pezzo di Marca dov’è Treia” è stata ospitale per quelli che, “tutto sommato erano frati a double face: per alcuni eretici, per altri santi… I fraticelli di Treia erano eremiti del Clareno, stavano in luoghi appartati, vestiti poveramente, più poveramente vivevano” (Dolores Prato, Giù la piazza non c’è nessuno). In pratica il ritratto del Beato Pietro di cui troviamo conferma in una preziosa pala di Giacomo Da Recanati esposta in Cattedrale.

Un altro brillante spirito francescano treiese lascia il segno nella storia della scienza e lo fa in piena Controriforma. È Ilario Altobelli (1560-1637), matematico ed astronomo, scopritore dei satelliti di Saturno, inventore della proiezione ortografica della sfera, amico e compagno di studi e ricerche di Galileo Galilei. Fitta la corrispondenza tra i due specie in relazione alla “stella nova” che, come scrive Keplero, Altobelli avvista  tra i primi.

Un suo ritratto non poteva che essere esposto nella culla della cultura treiese, l’Accademia Georgica, vicino a quello di un altro grandissimo nato a Treia nel 1732 e sepolto in Santa Croce a Firenze, vicino a Machiavelli: Luigi Lanzi.

Gesuita, tra i primi a studiare archeologia e filologia etrusca, è il fondatore della moderna storiografia artistica. Membro autorevole dell’Accademia Georgica, è stato anche presidente della celeberrima Accademia della Crusca.

Per tornare sui passi del Beato Pietro, di Altobelli e Lanzi vedere anche Santuario del SS Crocifisso, Accademia Georgica e Chiesa di San Francesco (con affreschi del XV secolo).

Tags: , , , ,