Santuario Santissimo Crocifisso

Santissimo Crocifisso

La facciata del SS Crocifisso

Il Santuario del Santissimo Crocifisso sorge armonioso e solenne a circa un chilometro da Treia, tra il verde della campagna, lungo la strada provinciale per San Lorenzo. Come scrive Dolores Prato nel romanzo Giù la piazza non c’è nessuno, sono qui “il profondo di Treia” e il “Gesù in croce colorato come se fosse vero” che mostra espressioni diverse a seconda del punto di vista.

L’origine della chiesa risale ad epoca remotissima. I documenti più antichi, conservati presso l’Accademia Georgica, datano XIII secolo, ma gli scavi archeologici effettuati a partire dal XVIII secolo per interessamento dello studioso treiese Fortunato Benigni confermano che il luogo era dedicato al culto già in epoca romana.

Sorgevano in questa zona infatti in municipio romano di Trea e, tra i suoi imponenti palazzi, un importante tempio dedicato alla dea Iside. È sulle sue rovine che, nel terzo o quarto secolo d.C., fu costruita la prima Pieve cristiana che rimase la principale dell’intero territorio fino alla fine del XIV secolo.

La devozione popolare al SS. Crocifisso data a partire dal Quattrocento, ma il complesso architettonico che oggi accoglie i fedeli consta di due costruzioni di epoca diversa: la Chiesa (sec. XX) e il Convento (sec. XVII-XVIII), separati dal campanile alto 41 metri.

 

MORE INFO

Tags: ,