Statue di San Pietro e Paolo

marmo, XV secolo
Treia, Cattedrale

Monumento GrimaldiLe statue degli apostoli Pietro e Paolo, custodi del monumento al cardinale Niccolò Grimaldi presso la cappella della Madonna della Colonna nella Cattedrale di Treia, testimoniano del raffinato gusto di collezionista del prelato treiese che ebbe prestigiosi incarichi curiali e che ha donato alla stessa chisa anche i busti di papa Sisto V e papa Pio VII che campeggiano sulle pareti della cappella della Madonna della Misericordia.
Da quanto scritto nel testamento dello stesso cardinale Grimaldi, le due statue ornavano il sepolcro dell’imperatore Ottone II (morto nel 983 d.C.) collocato nel portico dell’antica basilica costantiniana di San Pietro e smontato all’inizio del Seicento per la realizzazione della nuova facciata. Arrivate a Treia, vennero montate ai lati dell’urna di porfido eretta alla morte del cardinale per ospitarne, secondo le sue volontà, il cuore, mentre il corpo è a Roma, in San Salvatore in Lauro.
Luigi Serra attribuisce invece le statue al lombardo Andrea Bregno (1418-1503) che, giunto a Roma nella seconda metà del Quattrocento, ne divenne il più richiesto maestro di marmo, specie per i monumenti funebri. Le statue treiesi possono essere confrontate con gli stessi santi nelle nicchie del primo ordine dell’ancona del cardinale Rodrigo Borgia, il futuro Papa Alessandro VI, ora nella sagrestia della chiesa romana di Santa Maria del Popolo.

Tags: , ,