Torre dell’Onglavina

Piazza don Nicola Cervigni
Visite: uffici Pro Loco/IAT (Piazza della Repubblica) tel. 0733 217357 – 0733 215919

Torre dell'Onglavina

Torre dell’Onglavina

L’attuale assetto urbanistico di Treia si è formato nell’ XI secolo, quando i castelli dell’Onglavina, dell’Elce e del Cassero, fortilizi in grado di fronteggiare gli attacchi nemici, sorgevano sui tre colli del paese. Colli attraversati da un grande asse lineare sulla sommità con il punto più basso a nord (Porta San Martino) e quello più alto a sud (Porta Palestro).

Perduti quelli dell’Elce e del Cassero, del castello dell’Onglavina resta la torre omonima che i treiesi chiamano familiarmente “di San Marco”. Con la Torre Mulino di Passo di Treia costituisce preziosa testimonianze dell’architettura militare marchigiana.

Esagona, divisa in tre piani, disponeva di un quarto livello di fuoco nella soprastante battagliera a cielo aperto circondata dal parapetto merlato. Le travature che sostenevano i tre piani sottostanti sono ancora esistenti. Su ogni piano c’erano una o più feritoie per il tiro ed il terzo piano era dotato anche di una finestrella osservatorio.

 

MORE INFO

  • Photo
  • Video
  • La Torre dell’Onglavina nella letteratura italiana

Tags: , ,