Vi prenderemo a… calcioni e polenta

polentaroTreia è testimonial illustre del bracciale grazie a Didimi e Leopardi, ma il bracciale non è l’unico dei suoi gioielli. In ogni periodo dell’anno non mancano proposte interessanti di soggiorno tra gusto, natura, arte e cultura.

Tra tradizione e folklore si collocano le rievocazioni sacre di Passione e Presepio Vivente, il Carnevale con i suoi carri allegorici, gli appuntamenti con i sapori delle tipicità come la Sagra del Calcione e del Raviolo (terza domenica di maggio), la Sagra del Maialino alla Brace (luglio) e la Sagra della Polenta (ogni terza domenica di settembre).

Il Calcione di Treia è un prodotto tradizionale regionale. Cotto al forno, agrodolce, storicamente è il principe della colazione di Pasqua. Oggi lo si può acquistare quasi tutto l’anno come dessert del pranzo o spuntino. Ogni terza domenica di maggio trionfa anche fritto e come primo piatto grazie alla Sagra del Calcione e del Raviolo.

La polenta, alimento principe del mondo contadino, può contare su farina da varietà autoctona, il granoturco Quarantino di Treia. Ogni seconda metà di settembre nella frazione di Santa Maria in Selva l’Associazione Polentari la serve rigorosamente con i sughi della tradizione.